CremaPastVeg - Gioquarsito

Gioquarsito
di Sergio Mario Lucio Quaranta
QS
Gioquarsito
Vai ai contenuti

CremaPastVeg

Vegetariani > Ricette Vegetariane
Crema pasticcera vegan: senza latte e senza uova, la ricetta di una crema pasticcera light e delicata


Crema pasticcera vegan? Ebbene sì: quella di oggi è la ricetta di una crema senza latte e senza uova, adatta anche a chi segua una dieta vegana, o semplicemente a chi sia intollerante o allergico. Se poi utilizziamo la farina di riso, ecco che avremo ottenuto una crema pasticcera gluten free, adatta anche a chi soffra di celiachia.
Profumata, di facile esecuzione e dal risultato garantito, la nostra crema pasticcera vegan è adatta a farcire crostate di frutta, torte, brioche, bigné, millefoglie, e, perché no, a essere consumata come dolce al cucchiaio.
Ottima se abbinata alla frutta – e alle fragole soprattutto – con una spruzzata di cacao, questa crema saprà conquistare anche i golosi abituati alla crema pasticcera classica. Tanto che non la rimpiangeranno. Promesso. E se in più vi dicessimo che, essendo senza uova, è anche più light e delicata così come il nostro tiramisù senza uova?

• Difficoltà:FACILE

• Preparazione:5 minuti

• Cottura:10 minuti

Ingredienti

• 600 millilitri latte di soia
• 30 grammi farina di riso o farina di grano
• 100 grammi zucchero di canna o semolato, o a velo
• 1 baccello di vaniglia
• 1 scorza di limone

Preparazione:
1. Per preparare la nostra crema dobbiamo per prima cosa grattare la scorza un limone, facendo attenzione: solo la parte gialla, non quella bianca.
2. Versiamo in un pentolino (a fuoco spento) lo zucchero e la farina. Mescoliamo e amalgamiamo bene. Aggiungiamo la scorza di limone e mescoliamo ancora.
3. Versiamo, a filo, il latte di soia, continuando a mescolare perché non si formino grumi.
4. Aggiungiamo la vaniglia e mettiamo sul fornello a fuoco dolce: dobbiamo lasciar cuocere finché la nostra crema non si sarà addensata, per una decina di minuti.
5. La nostra crema pasticcera vegan è pronta: non ci resta che lasciarla freddare e gustarla o impiegarla per farcire i nostri dolci preferiti!


Torna ai contenuti