La carne ingrassa. Qualla di pollo più di tutte - Gioquarsito

Gioquarsito
di Sergio Mario Lucio Quaranta
QS
Gioquarsito
Vai ai contenuti

La carne ingrassa. Qualla di pollo più di tutte

Vegetariani
La carne ingrassa. Quella di pollo più di tutte.                                         
       
Ingrassa di più un piatto di pasta o una bistecca? Una pizza o un petto di pollo? Molti sono convinti che siano pasta e pane a "far ingrassare", ma studi scientifici hanno dimostrato che è la carne l'alimento che fa più ingrassare e, tra i vari tipi di carne, la peggiore è quella di pollo.
   
Sarà perché la carne contiene più grassi e quindi più calorie? Non è solo  questo: gli studi hanno dimostrato che, anche a parità di calorie assunte e di esercizio fisico svolto, chi mangia più carne ingrassa  di più, rispetto a chi quelle stesse calorie le ricava da cibi vegetali.
   
   Proprio così: le stesse calorie nella dieta, se derivanti dalla carne portano a un maggior aumento di peso. In media, 2 kg ogni 5 anni per ogni 250 g di carne consumati giornalmente. E 250 g è il peso di una bistecca.
   
   Ma la carne di pollo è ancora peggiore della bistecca, del salame o del prosciutto: fa ingrassare il doppio. Basta mezzo petto di pollo al giorno per ingrassare di 2 kg in 5 anni. Cioè 4 kg in più per un petto di pollo intero, o 6 kg in più se ogni giorno si mangia un petto di pollo e un panino al salame. E così via: più carne, più chili, consumando le stesse calorie.
   
   Questi sono i risultati dello studio chiamato EPIC-PANACEA [1], che ha seguito per 5 anni 374 mila uomini e donne, di dieci diverse nazioni europee, registrando il loro peso e la loro dieta.
   
   Uno studio pubblicato due anni dopo [2] conferma il maggior "effetto ingrassante" della carne di pollo rispetto alle altre carni. Sempre a parità di calorie, ricordiamolo. Stavolta sono state seguite 3900 persone per 14 anni, misurando il loro peso e annotando la loro dieta.
  
     















Questo studio ha dimostrato che bastano 20 grammi di pollo al giorno - un singolo "nugget di pollo" - per ingrassare significativamente di più rispetto a chi il pollo non lo mangia. Un nugget al giorno equivale a un petto di pollo ogni due settimane: ma di carne di pollo l'italiano medio ne mangia ben di più.
 
 In definitiva, il pollo non è proprio quell'alimento "leggero e   sano" che tanti credono. Senza contare che è anche la carne più contaminata, da materia fecale e da batteri (Escherichia Coli, Salmonella, ecc.).
 
 Lasciamo fuori la carne - di ogni genere - dal nostro piatto e mangiamo tranquillamente la pasta, magari con un ricco sugo di verdure: un bel piatto di pasta alle cime di rapa, con TANTE cime di rapa, per esempio. Ci sazieremo il doppio, ingrassando di meno.
 
 E non sarà un guadagno solo per la nostra linea, ma anche - e soprattutto - per la nostra salute: per prevenire tante malattie che invalidano. E uccidono.

 References
 [1] A C Vergnaud, T Norat, D Romaguera, T Mouw, A M May, N Travier, J Luan, N Wareham, N Slimani, S Rinaldi, E Couto, and more. Meat consumption and prospective weight change in participants of the EPIC-PANACEA study. Am J Clin Nutr. 2010  Aug;92(2):398-407.
 
 [2] A M Gilsing, M P Weijenberg, L A Hughes, T Ambergen, P C Dagnelie, R A  Goldbohm, P A Brandt, L J Schouten. Longitudinal changes in BMI in older adults are associated with meat consumption differentially, by type of meat  consumed. J Nutr. 2012 Feb;142(2):340-9.


Torna ai contenuti