Lavoro a casa, perché no? - Gioquarsito

Gioquarsito
di Sergio Mario Lucio Quaranta
QS
Gioquarsito
Vai ai contenuti

Lavoro a casa, perché no?

Articoli vari
Lavoro a casa immagine
Lavoro a casa per tutti o quasi: un'utopia?
Alcuni anni fa era stato dato un buon avvio al lavoro casalingo o, come si diceva quando ero nella Svizzera tedesca, Heimarbeit. Sicuramente le persone che avevano avviato questo processo già intuivano i grandi vantaggi del lavoro a casa di qualsiasi genere. (Non sto parlando perciò solo del telelavoro, cioè quello che si fa al PC e si trasmette via elettronica, ma anche di lavori manuali, come ad es. montaggi di apparecchiature di ogni tipo, cablaggi di circuiti, etc, insomma tutti i lavori che si possono decentrare a casa.)
Poi, chissà perché, la cosa si è andata via via affievolendo. Ci sono è vero delle ditte che fanno propaganda di lavoro a casa, ma per la maggioranza sono ditte che offrono telelavoro, cioè, come già detto, lavoro fatto unicamente al PC. In altri casi, e questi rasentano quasi l’imbroglio, offrono si lavori di montaggio a casa, ma poi il materiale montato lo devi rivendere tu, dopo che lo hai già pagato a loro. Questo rasenta l’imbroglio perché non te lo dicono prima, che lo devi rivendere per conto tuo.
Quello che intendo dire io in questo articolo, quindi, è che tutte, ma proprio tutte le ditte che fabbricano qualcosa, potrebbero sfruttare i vantaggi di offrire il lavoro anche a casa, ma non lo fanno.
Probabilmente, interessi di automazione del lavoro hanno fatto sì che il lavoro a casa perdesse la sua importanza. Ma al di là dei vantaggi dell'automazione per una sola tasca o per la tasca di pochi, i vantaggi del lavoro a casa sono molteplici, sia per il datore che per l'operaio.

Vantaggi per il datore di lavoro:

1° Riduzione dello spazio lavorativo, quindi conseguente riduzione di spese di manutenzione e di eventuali spese di affitto

2° Risparmio sulle spese di nuove costruzioni, nel caso di ampliamento della ditta.

3° Il lavoro a casa in genere costa un po' meno, in quanto vengono retribuiti i pezzi montati e non le ore di lavoro.

4° Meno responsabilità della ditta in caso di incidenti.

5° Riduzione dello spazio da utilizzare per i parcheggi.

6° Riduzione del personale e dei mezzi di sorveglianza.

Vantaggi per l'operaio:
  
1° Possibilità di organizzare il lavoro secondo la propria capacità e la propria situazione.

2° Meno stress da lavoro; si sa che la pressione sul posto di lavoro fa venire male il lavoro stesso. (Questo si può aggiungere anche ai vantaggi per il datore)
  
3° Meno consumi; pur facendo solo 10 Km con l'auto, 2 volte al giorno, ci si ritrova con ca. 400 Km in più al mese sul contachilometri. Si aggiunga inoltre il deperimento auto. Anche in questo caso si avrebbe una diminuzione dello stress. Sappiamo tutti cosa significa essere in coda e fare tardi al lavoro!

4° Ci sarebbe meno smog. (vantaggio per tutti!)

5° Non ci sarebbero più molte occasioni per i Bulli di qualsiasi età di fare Mobbing contro altri sul posto di lavoro!

Per quanto riguarda poi il trasporto del materiale da lavorare alle varie case, e anche del ritiro del materiale lavorato, si potrebbe affidare agli stessi operai che lavorano a casa il compito di ritirare il materiale dalla ditta, e riportarlo una volta montato, rifornendosi nello stesso tempo di nuovo materiale. Oppure, si può incaricare un operaio viaggiante della ditta di portare il materiale da lavorare alle varie case, riportando alla ditta il materiale già lavorato.
(Ovviamente questo dovrebbe avvenire in cicli di una settimana o due, e non tutti i giorni, altrimenti non varrebbe la pena lavorare a casa per poi fare lo stesso il tragitto casa-lavoro tutti i giorni.)

La spesa derivante sarebbe sempre un onere minore per il datore, rispetto al pagare i tragitti interi di ogni giorno agli operai che devono fare diversi Km per recarsi sul posto di lavoro.
Inoltre la ditta dovrebbe dare la precedenza per questo lavoro a casa a coloro che abitano nella stessa zona. Se tutte le ditte, di ogni città, assumono solo personale locale, saranno pochi quelli che dovranno fare grandi spostamenti per portare il lavoro compiuto alla ditta, spostamenti che disturbano sia lo stato psicologico degli operai, sia la tasca dei datori di lavoro.

Nota: Questo articolo vale unicamente per tutti i lavori che si possono decentrare.
Non vale assolutamente per i lavori dove è necessaria la presenza del personale in ditta, come gli ospedali, deposito merci (Lager), professioni con alta specializzazione etc.

Gioquar 13.12.2008 - Aggiornato 15.02.2019
Torna ai contenuti