Il Naufrago - Gioquarsito

Gioquarsito
di Sergio Mario Lucio Quaranta
QS
Gioquarsito
Vai ai contenuti

Il Naufrago

Aneddoti Teocratici
Il naufrago
L'unico sopravvissuto da un naufragio fu gettato sulla riva, di una piccola isola disabitata lontana da ogni rotta di nave.
   
Pregò fervidamente Geova perché lo salvasse e ogni giorno scrutava l'orizzonte per vedere se arrivasse qualcuno, ma non compariva nulla.
Scoraggiato, alla fine riuscì a costruirsi una piccola capanna con del legname portato a riva dalle onde del mare, per ripararsi dal maltempo e per riporvi le poche cose che aveva.
Un giorno mentre ritornava a casa dalla ricerca del cibo, trovò la sua piccola capanna in fiamme.  
Era accaduto il peggio: perse ogni cosa!
Stordito dal dolore e dall’ ira gridò: "Geova, come hai potuto farmi questo? Perché lo hai permesso?"
Sfinito, si addormentò. La mattina presto del giorno dopo, fu svegliato dalla sirena di una nave che si stava avvicinando all'isola. Erano venuti a salvarlo!
“Come avete fatto a sapere che ero qui?” Chiese meravigliato l'uomo ai soccorritori.
“Abbiamo visto il tuo segnale di fumo,” replicarono in risposta.
E facile scoraggiarsi quando le cose vanno male. Ma non dovremmo perderci d'animo, perché Geova interviene a nostro favore proprio quando siamo in mezzo alle pene e sofferenze.
Ricordate: la prossima volta che la vostra piccola capanna cade a terra in fiamme, può essere giusto il segnale di fumo che reca l'aiuto di Geova!
Per ogni cosa negativa che diciamo, Geova ha una risposta positiva...                       
                                                                
Se ci meditiamo...spesso il male capita...per portarci il bene...
TU DICI:
GEOVA DICE:
cerca:
È  impossibile.
Ogni cosa é possibile a me.
Sono troppo stanco.
Io ti ristorerò.
Nessuno mi ama veramente.
Io ti amo.
Non ce la faccio più.
Sono con te nell'angustia, ti libererò.
Non vedo una via d'uscita.
Io dirigerò i  tuoi passi.
Non posso farlo.
Per ogni cosa  ti do forza.
Non sono capace.
Io sono capace.
Non vale la pena.
Faccio cooperare ogni cosa per il tuo bene.
Sono imperdonabile.
Io ti perdono.
Non ci riesco.
Soddisferò ogni tua necessità.
Ho paura.
Ti rendo  intrepido con forza.
Sono preoccupato.
Getta tutta la  tua ansietà su di me.
Non ho abbastanza fede.
Ti ho dato la  tua misura di fede.
Non so come fare.
Io ti do  sapienza.
Mi sento solo.
Non ti lascerò né ti abbandonerò.
Torna ai contenuti