Sport Calcio: l'importanza? - Gioquarsito

Gioquarsito
di Sergio Mario Lucio Quaranta
QS
Gioquarsito
Vai ai contenuti

Sport Calcio: l'importanza?

Articoli vari
Perchè mai 22 impazziscono dietro ad un
?

Il calcio mi piaceva, fino a una certa età. Certo, non ero proprio un patito, però anche io fremevo quando il calciatore si avvicinava alla porta avversaria e stava per fare goal. A volte anche io mi alzavo in piedi a gridare come un matto per la rete avvenuta. (Non sono mai stato in uno stadio, solo alla TV.) Da quando però ho cominciato a ragionare con il mio cervello, (e non con quello degli altri!), ho compreso che effettivamente è stata data molta importanza a qualcosa che doveva rimanere semplicemente motivo per fare movimento tra quattro amici nella piazza del paese. Infatti, quale vantaggio c’è nell’inseguire una palla, se non quello di mettere in moto il proprio organismo? Per chi guarda, è solo perdita di tempo e di denaro.Toglie forse il calcio, la fame nel mondo? Al contrario, alcuni si tolgono il pane dì bocca pur di assistere a una partita della loro ‘squadra del cuore’, come dicono, e a volte veramente viene loro un infarto se perde. Per non parlare poi di coloro che sono malati di Enalottite acuta e sperperano dané, nella remota speranza di vincere qualcosa. E non mi dilungherò sui numerosi scandali che si scoprono su varie squadre, a prescindere dalla serie in cui si trovano. Basti citare le varie disoneste "combine" imbastite per far vincere qualcuno che ha scommesso all'ingrosso. Notizie di Doping e affini sono all’ordine del giorno. Questo sport è anche divenuto il più redditizio dei commerci, lo si comprende dalle cifre astronomiche con le quali sono venduti e comprati i giocatori. Inoltre le PayTV speculano sulle partite per vendere le loro carte codificate. Per completare il quadro, molte squadre hanno delle quotazioni in borsa.



In effetti il calcio fomenta anche l’odio razziale. Certamente non è nuovo sentire che sono stati commessi atti di criminalità legati al calcio e alla nazionalità. Anche 2 sole persone che si mettono l'una di fronte all'altra per fare una competizione, in realtà si dicono, pure se non parlano: “Vuoi vedere che io sono meglio di te? Vuoi vedere come un francese è migliore di un americano? O un italiano meglio di un portoghese?"

E che dire quando il campo di calcio si trasforma in un campo di guerra, e si divide in tanti quadrati, dove invece del calcio, si praticano i vari tipi di lotta e anche altro? Ma la battaglia non si limita ai campi di calcio. Stando alle notizie che si sentono sugli Ultras, anche i dintorni degli stadi sono luoghi di lotta tra tifosi estremisti, e, purtroppo, a volte ci scappa anche il morto. Questa è solo una conseguenza del fatto che gli è stata data troppa importanza. In effetti, il livello del calcio, quello che gli compete, doveva rimanere questo: un gioco da bambini dove potevano partecipare anche gli adulti.
Questo si può dire anche di tutti gli altri cosiddetti "sport". Infatti, laddove inizia la competizione, lo Sport scompare. Per concludere, quindi, un pensiero a tutti voi che siete influenzati da questa malattia (guarda caso, di tifo, quello letterale, talvolta si muore! E di quello simbolico? Anche!): Non vi fate abbindolare, perche tutto ciò è una vera e propria speculazione che rasenta l'imbroglio, e alla fine vi ritroverete solo con tanto tempo e denaro in meno che avreste potuto spendere in modo più proficuo, traendone molta più soddisfazione!!!

Praticate invece il vero Sport, quello con la maiuscola e senza virgolette, come ad es. potrebbe essere una bella corsa fatta da solo, (o anche in compagnia, perche no?) per rimanere in forma e in salute, senza alcun bisogno di mettersi in competizione con altri!

(Ribadisco, non ho nulla in contrario al gioco del pallone, quello che rimane nell'ambito che gli spetta, cioè "gioco di paese" tra ragazzi e adulti per divertirsi un po', senza competizione.)

Da: GioQuar, 12.01.2006 -
Riveduto il: 27.08.2008
Revisione più recente: 09.10.2021
Torna ai contenuti